ADDIO SCHEDA CARBURANTE, “BENVENUTA” FATTURA ELETTRONICA

Dal 1 luglio 2018 le cessioni di benzina e gasolio nei confronti di titolari di partita iva dovranno essere giustificate esclusivamente con fatture elettroniche. Da luglio, quindi, (anche) facendo benzina dal distributore stradale, per dedurre il costo e detrarre l’iva, i titolari di partita iva dovranno richiedere la fattura elettronica; la scheda carburante non avrà più alcun valore fiscale.Dal 1 luglio, inoltre, per poter dedurre il costo e detrarre l’iva legata al carburante si dovrà obbligatoriamente pagare con carta di credito o con bancomat. Il pagamento in contanti verrà, ovviamente, accettato dal benzinaio ma non verrà riconosciuto ai fini fiscali.Bisogna sottolineare che si deve ritenere che la carta di credito od il bancomat, dovranno essere intestati al titolare di partita iva che acquista il carburante. Se un professionista fa benzina in autostrada e la carta di credito è ad esempio del coniuge non sarà possibile dedurre il costo e detrarre l’iva.La fattura elettronica sarà emessa nel formato Xml ed inviata attraverso il Sistema di Interscambio (SdI) per poi essere conservata dieci anni nell’apposito cloud. Oggi chi paga solo con carta di credito o con bancomat, può utilizzare l’estratto conto in luogo della scheda carburante come documento utile per la deduzione del costo e per la detrazione dell’iva. Dal tenore letterale della norma, però, è pensabile che questo non si potrà più fare. Si spera che venga fatta chiarezza su questo ultimo punto del mio articolo. www.studio-alessio.it

it_ITItalian
en_GBEnglish it_ITItalian

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Per continuare la navigazione clicca su Accetta. Maggiori informazioni

I cookie sono dati che vengono inviati dal sito web e memorizzati dal browser internet nel computer o in altro dispositivo (ad esempio, tablet o cellulare) dell’utente. Potranno essere installati, dal nostro sito internet o dai relativi sottodomini, cookie tecnici e cookie di terze parti. Ad ogni modo, l’utente potrà gestire, ovvero richiedere la disattivazione generale o la cancellazione dei cookie, modificando le impostazioni del proprio browser internet. Tale disattivazione, però, potrà rallentare o impedire l'accesso ad alcune parti del sito. Le impostazioni per gestire o disattivare i cookie possono variare a seconda del browser internet utilizzato, pertanto, per avere maggiori informazioni sulle modalità con le quali compiere tali operazioni, suggeriamo all’Utente di consultare il manuale del proprio dispositivo o la funzione “Aiuto” o “Help” del proprio browser internet. Cookie tecnici analytics, utilizzati per conoscere il modo in cui gli utenti utilizzano il nostro sito web così da poter valutare e migliorare il funzionamento. Le informazioni e le richieste in materia di privacy possono essere rivolte allo Studio Alessio tramite posta elettronica alla casella: privacy@studio-alessio.it

Close