600 EURO ANCHE DALLE CASSE PRIVATE

In base al decreto interministeriale Lavoro-Economia firmato ieri 28 marzo 2020, è concessa una indennità di 600 euro, per il mese di marzo, anche ai liberi professionisti iscritti alle Casse di previdenza private (commercialisti, avvocati ecc..).

L’aiuto è concesso solo ai professionisti che nell’anno d’imposta 2018 hanno conseguito redditi fino a 50mila euro (si devono considerare anche entrate derivanti da affitti brevi o con cedolare secca) e che siano in regola con gli obblighi contributivi del 2019.

Entrando meglio nel dettaglio:

  • Chi, per l’esercizio 2018, ha avuto un reddito fino a 35mila euro deve solo fare domanda, senza dover dimostrare la riduzione del reddito.
  • Chi, per l’esercizio 2018, ha avuto un reddito tra i 35mila euro ed i 50mila euro, ha diritto all’aiuto solo se:
    • Ha chiuso la partita Iva tra il 23 febbraio 2020 ed il 31 marzo 2020, oppure
    • Ha avuto una riduzione o sospensione dell’attività con conseguente «comprovata» riduzione di almeno il 33% del reddito del primo trimestre 2020 rispetto allo stesso periodo 2019 (reddito inteso come differenza tra compensi percepiti e spese sostenute).

La domanda per l’indennità deve essere presentata alla Cassa di previdenza di appartenenza tra il 1° e il 30 aprile 2020.

Nel decreto interministeriale di ieri sono stati inclusi anche gli iscritti all’Enasarco, che, come i professionisti con casse private, era esclusi dal contributo erogato dall’INPS.

L’indennità sarà erogata fino a esaurimento dei fondi che ammontano a 300 milioni di euro.

it_ITItalian
en_GBEnglish it_ITItalian

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Per continuare la navigazione clicca su Accetta. Maggiori informazioni

I cookie sono dati che vengono inviati dal sito web e memorizzati dal browser internet nel computer o in altro dispositivo (ad esempio, tablet o cellulare) dell’utente. Potranno essere installati, dal nostro sito internet o dai relativi sottodomini, cookie tecnici e cookie di terze parti. Ad ogni modo, l’utente potrà gestire, ovvero richiedere la disattivazione generale o la cancellazione dei cookie, modificando le impostazioni del proprio browser internet. Tale disattivazione, però, potrà rallentare o impedire l'accesso ad alcune parti del sito. Le impostazioni per gestire o disattivare i cookie possono variare a seconda del browser internet utilizzato, pertanto, per avere maggiori informazioni sulle modalità con le quali compiere tali operazioni, suggeriamo all’Utente di consultare il manuale del proprio dispositivo o la funzione “Aiuto” o “Help” del proprio browser internet. Cookie tecnici analytics, utilizzati per conoscere il modo in cui gli utenti utilizzano il nostro sito web così da poter valutare e migliorare il funzionamento. Le informazioni e le richieste in materia di privacy possono essere rivolte allo Studio Alessio tramite posta elettronica alla casella: privacy@studio-alessio.it

Close